IJIME BULLISMO NELLA SOCIETÀ GIAPPONESE

IJIME BULLISMO NELLA SOCIETÀ GIAPPONESE

C’è un lato oscuro della società giapponese che si svolge quotidianamente nelle aule e nei luoghi di lavoro in tutto il paese. Ijime Il bullismo in Giappone, presente non solo nelle scuole ma anche nei luoghi di lavoro.

Nelle scuole il bullismo cambia in base al genere, i ragazzi tendono a usare minacce fisiche e intimidazioni mentre le ragazze adottano un approccio molto più verbale ed emotivo al bullismo anche se ci sono filmati che mostrano violenze fisiche inflitte da ragazze ad altre ragazze. L’avvento dei social media e delle app come Line e Facebook ha solo amplificato questo problema, adesso è più facile trovare su internet i video fatti con spirito “goliardico” ai danni di qualche povero studente.

Nel mondo adulto soprattutto nel mondo de lavoro il bullismo tende ad assumere un aspetto diverso prendendo il nome di “power harassment“. Ciò si verifica quando una persona in posizione di potere come ad esempio un manager o un superiore diretto usa la sua posizione di autorità per rendere intenzionalmente la vita più difficile per il subordinato che subisce.




Per esempio, rimuovere un membro dello staff da progetti importanti, ridicolizzare o rifiutare le proprie idee, dare a quella persona un carico di lavoro insostenibile tipo scaricare una pila di lavoro sulla scrivania due minuti prima di finire l’orario e dire casualmente: “Oh, potresti farlo oggi prima di andare a casa?”. Tenete presente che le cose stanno cambiando atti di power harassment si possono denunciare e la persona che abusa della sua posizione può perdere il lavoro. Ancora una volta, come tutti i bulli, il modo migliore per gestire le molestie energetiche è con una mano ferma.

Uno dei tratti sfortunati del carattere che molti giapponesi sembrano avere è un certo livello di mansuetudine quando si tratta di affrontare persone che abusano del loro potere. Purtroppo, nel mondo del lavoro giapponese, sembra che ci siano due tipi di persone: quelli che abusano degli altri e quelli che ricevono l’abuso. Quindi i nostri figli hanno bisogno del nostro sostegno. Prendi l’abitudine di parlare con tuo figlio della sua giornata e delle cose che sono successe a scuola in modo che si senta a suo agio nel venire da te se ha un problema. Per evitare di sollevare un bullo, aiuta il tuo bambino a provare compassione e prendersi cura degli altri fin dalla tenera età.



POSSIBILI SOLUZIONI

I segni del bullismo includono silenzio, riluttanza a frequentare la scuola, il non contattare gli amici, meno chiacchiere su scuola e amici, oltre a rubare soldi da casa, lividi inspiegabili, materiale scolastico danneggiato e eccessiva preoccupazione per e-mail e telefonate. Bisogna spingere chi subisce bullismo a discutere del problema, cercando di fargli capire che non è solo, parla con il suo insegnante e assicurati che anche il preside sia a conoscenza del problema. Dovrai lavorare a stretto contatto con la scuola per superare il problema. Ecco alcune opzioni se vuoi chiedere consiglio anche ad altre fonti.

Il Tokyo Metropolitan Education Consultation Center organizza consultazioni telefoniche in inglese ogni secondo e quarto venerdì del mese tra le 13:00. e le 16 (Tel: 03-3360-8008). Questo servizio gratuito può anche organizzare una consultazione di persona. È chiuso nei giorni festivi.

In giapponese, esiste un servizio giornaliero attivo 24 ore su 24 chiamato Tokyo Metropolitan Ijime Consultation Hotline (Tel: 0120-53-8288).

TELL Lifeline può aiutare bambini e genitori in inglese dalle 9:00 alle 23:00 (Tel: 03-5774-0992).

Japan Helpline è un servizio di lingua inglese senza fini di lucro che funziona 24 ore al giorno. (Tel: 0120-46-1997 numero verde o 0570-000-911).

Avatar

gio

Qui potete trovare il mio diario ,qui è dove vi parlo delle curiosità del Giappone . Qui troverete vari video e info utili divertitevi e condividete .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *