STRANIERI ESPULSI PER IL NON RISPETTO DELLE REGOLE D’IMMIGRAZIONE

STRANIERI ESPULSI PER IL NON RISPETTO DELLE REGOLE D’IMMIGRAZIONE

TOKYO • Un record di 832 stranieri che vivono in Giappone sono stati privati del loro permesso di residenza nel 2018, più del doppio rispetto all’anno precedente quando il governo ha reso più rigidi i controlli e le normative sull’immigrazione.

Quasi il 70 percento del totale era costituito da “studenti” o “training visa” che hanno infranto alla legge non seguendo i requisiti per mantenere il loro status legale, ha affermato Immigration Services Agency.

Quelli a cui è stato revocato lo status di studente sono stati 412, in aumento rispetto ai 172 del 2017, mentre a 153 persone è stato revocato lo status di tirocinante tecnico, rispetto agli otto dell’anno precedente.

Vi sono stati 80 casi in cui il coniuge o il figlio di cittadini giapponesi sono stati privati dei visti dei loro familiari, compresi quelli che li avevano ricevuti attraverso falsi matrimoni.

In ordine di grandezza, la metà di coloro che hanno perso il loro status di residenza erano cittadini vietnamiti. Sono stati seguiti da 152 cittadini cinesi, 62 nepalesi e 43 filippini.

Mentre il governo giapponese ha allargato le porte ai lavoratori stranieri in alcuni settori lanciando un nuovo sistema di visti in aprile, ha cercato di reprimere i casi che coinvolgono studenti stranieri e tirocinanti tecnici che sono scomparsi per svolgere attività diverse da quelle originariamente dichiarate.

Il governo ha revocato lo status di studente per coloro che hanno lasciato la scuola ma sono rimasti a lavorare in Giappone, secondo l’agenzia del Ministero della Giustizia.

Altri includono casi di cittadini stranieri che hanno ottenuto il loro status nell’ambito di programmi di formazione tecnica sponsorizzati dal governo ma sono scomparsi dal loro posto di lavoro registrato per lavorare in un’altra società.

L’agenzia sta anche cercando di reprimere le scuole che registrano gli studenti nei registi delle presenze nonostante sappiano che stanno lavorando, così come i reclutatori e le aziende che maltrattano i tirocinanti tecnici.

Se privati del loro stato di residenza, i cittadini stranieri devono essere espulsi in alcuni casi gravi possono essere trattenuti nelle strutture di detenzione dell’immigrazione in Giappone.

Fonte KYODO

Avatar

gio

Qui potete trovare il mio diario ,qui è dove vi parlo delle curiosità del Giappone . Qui troverete vari video e info utili divertitevi e condividete .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *