KIMONO TRADIZIONI IN GIAPPONE

KIMONO TRADIZIONI IN GIAPPONE

KIMONO TRADIZIONI GIAPPONESI

Il kimono è un indumento tradizionale della cultura giapponese da oltre mille anni. Perché si indossa il kimono? Scopriamo!

KIMONO RADICI STORICHE 

Indossare il kimono è un’esperienza assolutamente da fare in un viaggio In Giappone. Analizziamo un po’ le radici di questa tradizione per capirne un po’ di più. 

Ki(着)significa “indossare” e mono(物)significa “cosa”. Letteralmente, kimono (着物) significa “cosa da indossare”. La storia di questo indumento tradizionale giapponese risale al periodo Heian (794-1192). Le persone indossavano il kimono con l’hakama(袴), una gonna lunga originaria dall’influenza cinese simile ai pantaloni. Così in Giappone hanno sviluppato il metodo del taglio in linea retta per realizzare i kimono e pezzi di tessuto sono stati tagliati in linee rette e cuciti insieme.

Quando i giapponesi iniziarono a indossare il kimono senza l’hakama, crearono l’ampia fascia indossata intorno alla vita di chi lo indossava chiamata obi(帯). Nel periodo Kamakura (1185-1333), le persone indossavano il kimono come abbigliamento quotidiano e la stratificazione è diventata di moda. È qui che entrano in gioco le combinazioni di colori.

Durante questo periodo, i giapponesi svilupparono una maggiore sensibilità al colore. Tradizionalmente, le combinazioni di colori su un kimono si basano sulle stagioni del Giappone o sul sesso e sulla classe politica di chi lo indossa. Nel periodo Edo (1603-1868), la produzione di kimono era diventata un mestiere specializzato.

Poiché varie culture straniere hanno fortemente influenzato il Giappone durante il periodo Meiji (1868-1912), il governo giapponese ha incoraggiato le persone ad adottare nuovi stili di abbigliamento. Al giorno d’oggi, le persone indossano abiti in stile occidentale e riservano il kimono per occasioni speciali. L’abbigliamento tradizionale giapponese ora è solitamente indossato durante matrimoni, funerali, cerimonie del tè e feste.

 

Il  kimono è versatile, può essere stratificato o modificato a seconda della stagione. Per capire veramente il kimono, è essenziale esaminare cosa lo compone. Cioè il tessuto utilizzato, gli accessori e altri elementi dell’abito. Questi elementi riflettono l’eleganza della cultura e del design giapponese.

Tradizionalmente, un kimono è realizzato con tessuti fatti a mano e decorati a mano, tra cui lino, seta e canapa. Oggigiorno vengono spesso utilizzati anche materiali come poliestere, cotone e rayon. I colori di un kimono sono tessuti con fili diversi o tinti. Usando la tecnica del taglio in linea retta, un tessuto per kimono lungo circa 12-13 metri  e largo 36-40 centimetri viene tagliato in 8 pezzi e poi essere  ricucito insieme.

Prima che diventasse una moda, il kimono veniva indossato in 1-20 strati. Questi includono il nagajuban(長襦袢), che è la maglietta a forma di kimono. Mantiene il kimono pulito e i colori vividi poiché protegge il tessuto dal sudore. Viene fornito con il datejime(伊達締め), che viene utilizzato per legare il nagajuban e mantenere la forma dell’obi.

A prima vista, la maggior parte delle persone riconoscerebbe la forma unica di un kimono così come l’obi. A un esame più attento, si noterà un altro sottile pezzo di tessuto che viene utilizzato per tenere insieme l’intero vestito. Il koshihimo(腰紐)può essere di seta, cotone morbido o lana e viene indossato sotto l’obi.

Il tradizionale kimono si completa con le tradizionali calzature. I tabi(足袋)sono calzini bianchi con punta divisa e sono indossati con le scarpe formali simili a sandali chiamate zori(草履). Alcuni indossano invece i geta(下駄), che sono sandali con plateau. Questi sandali sono rialzati sui denti e sono solitamente indossati con lo yukata(浴衣), il kimono estivo in cotone.

Gli strati del kimono dipendono dalla stagione e dall’occasione. Tuttavia, tutte le sue parti custodiscono la cultura e la tradizione del Giappone. I tessuti e gli accessori possono essere stati sostituiti e alterati nel tempo, ma la sua essenza rimane intatta e rispettata. 

UNO STRANIERO PUÒ INDOSSARE UN KIMONO ?  

Ovviamente Sì.  I giapponesi amano condividere la loro cultura con il mondo. Kimono e yukata sono infatti uno dei regali più apprezzati dai turisti stranieri in Giappone. Le scuole di lingua giapponese e altre strutture di scambio organizzano regolarmente esperienze di kimono o yukata per gli studenti che provengono dall’estero. Questo dimostra come i giapponesi vogliano condividere la cultura del kimono con i visitatori di altri paesi. L’industria dei kimono si è ridotta del 90% negli ultimi decenni, quindi oggi fa affidamento su un nuovo pubblico per rimanere in vita.  
Vediamo adesso quali tipi di kimono sono i più ricercati. 

 

KIMONO HIKIZURI 引きずり

Se hai visitato Kyoto e il quartiere delle geisha di sicuro lo avrai visto. Prima dell’era Meiji, il kimono Hikizuri era indossato da donne facoltose di alto rango. Ora, le possibilità che tu possa vedere questo tipo di kimono indossato   sono molto scarse a meno che tu non sia a Kyoto o nella zona di Asakusa a Tokyo. Hikizuri significa “gonna a strascico” e il kimono ha preso questo nome per la sua lunghezza. Lo splendido tessuto scorre elegantemente.

A differenza di altri tipi di kimono, il kimono Hikizuri è indossato principalmente da geisha, maiko o artisti di scena della danza tradizionale giapponese. Con i tempi moderni, le donne hanno avuto più opportunità di lasciare la casa, il che ha portato agli attuali stili di kimono che richiedono di piegare il tessuto extra intorno alla vita.

ASAKUSA

ASAKUSA

L'attrazione principale di Asakusa è Sensoji, un tempio buddista molto popolare, costruito nel VII secolo. Il tempio si avvicina attraverso il Nakamise, una strada commerciale che da secoli offre ai visitatori del tempio una varietà di snack tradizionali locali e...

KIMONO FURISODE 振袖

Le donne non sposate indossano il furisode, che ha maniche lunghe tra 100 cm e 107 cm. Spesso il tipo di kimono furisode ha design molto drammatici destinati a catturare l’attenzione.

In realtà ci sono tre diversi tipi di kimono furisode con diverse lunghezze delle maniche; il Kofurisode (小振袖) con le maniche corte, il Chu-furisode (中振袖) con le maniche medie e l’Ofurisode (大振袖) con le maniche che sfiorano il suolo.

Lo si può notare indossato dalle ragazze che festeggiano 成人の日Seijin no Hi la festa della maggiore età. 

KIMONO TOMESODE (留袖)

Tomesode è il tipo di kimono più formale indossato dalle donne sposate. Nello specifico, il motivo di un Tomesode è sempre sotto la vita e ha un bel design. In effetti, a volte include l’oro. Nella cultura occidentale, questo tipo di kimono è equivalente a un abito da sera. Quest’ultimo è più formale e vanno da varietà colorate a solo nere. La varietà nera, Kuro Tomesode, è indossata solo da donne sposate.

Tuttavia, il colorato Iro Tomesode può essere indossato da donne non sposate. Naturalmente, i Tomesode fanno la loro apparizione in eventi formali come matrimoni e cerimonie del tè. Tra gli altri tipi di kimono, è uno dei più spettacolati per la sua eleganza.

KIMONO Yukata (浴衣)

La leggerezza e la mancanza di stati intimi nell’ indossare questo kimono in cotone lo rendono perfetto per l’estate. Di conseguenza, lo yukata appare durante i festival (matsuri)  o in una calda giornata estiva al tempio o in giro per la città. In effetti, le persone raramente si riuniscono alle affollate feste locali o agli spettacolari spettacoli pirotecnici estivi senza indossare uno yukata in stile matsuri. Sebbene sia il più informale, lo yukata è il più popolare tra i tipi di kimono giapponesi. Di conseguenza, lo yukata è una delle prime immagini che vengono in mente quando si pensa alla cultura giapponese, soprattutto quando si pensa alle celebrazioni festive. Geta, calzature da kimono in legno, si indossano sotto questo kimono e l’obi è legato in modo semplice. Avrai molte possibilità di provare il comfort di uno yukata in Giappone se visiti un ryokan giapponese o una città termale.

KIMONO DA MATRIMONIO 

Per chi ha già viaggiato in Giappone se è stato fortunato si sarà imbattuto in un corteo matrimoniale in qualche tempio in Giappone ed avrà visto il kimono bianco della sposa e quello nero dello sposo. Il nome ufficiale del kimono è “Shiromuki”. Infatti il ​​colore bianco del kimono risale ai tempi dei samurai. A quel tempo, una donna avrebbe mostrato la sua sottomissione alla famiglia in cui si stava sposando. Essendo bianca, significava che poteva facilmente fondersi con i colori della famiglia. Chiaramente, questi tipi di kimono hanno un posto speciale nella cultura e nella storia giapponese. Inoltre, valorizzano la bellissima sposa nel suo giorno speciale.

Ovviamente ci sono molti più kimono di quelli che ho elencato sopra ma l’importante è sapere che potete fare un’esperienza in un vostro viaggio in Giappone perché no mentre visitate un tempio.

Per altre info Wikipedia 

Il sito di vado in Giappone.it 

NON PERDERTI

CANALE YOUTUBE

CALABRESE IN ORIENTE GIAPPONE 

INSTAGRAM 

CALABRESE IN ORIENTE GIAPPONE

Mail

giovy100s@gmail.com

Address

Sendai , Giappone

NON PERDERTI

CANALE YOUTUBE

CALABRESE IN ORIENTE GIAPPONE 

INSTAGRAM 

CALABRESE IN ORIENTE GIAPPONE

Mail

giovy100s@gmail.com

Address

Sendai , Giappone

Buy Me a Coffee

HOME TOUR

Pin It on Pinterest

Share This